LUOGHI DELL’UTOPIA 1 / 3

Luoghi creati da artisti, noti e meno noti, che hanno dedicato la loro vita alla realizzazione di un sogno, inseguendo un’utopìa. Un approccio visionario accomuna gli artefici di queste opere, spesso classificati come “folli, irregolari o outsider”.

Il piemontese Luciano Serpentello, contadino e artista

Vissuto nella prima metà del ‘900 nel Monferrato, ha lasciato alcune opere interessanti realizzate con cemento mescolato con carbone e ciottoli.

Danielle Jacqui

La casa-museo di Danielle Jacqui

La Maison de celle qui peint, abitazione e studio di Danielle Jacqui, nel sud della Francia, una delle opere di art singulier, in assoluto più interessanti.

Villa Grock

Villa Grock, una eclettica dimora

La casa ideale costruita sulle colline di Imperia da Grock, il più grande clown della storia del circo.

Il Re del Po

Il Re del Po

Alberto Manotti si dedica dal 2009 alla costruzione della nave Jolanda, sull’argine del fiume a Boretto, utilizzando tronchi e materiali di recupero.

Le Rottamarts di Renato Mancini

Il giardino della sua abitazione a Massalombarda è pieno di sculture, realizzate esclusivamente con materiali di recupero e rottami ferrosi.

Rocchetta Mattei

La Rocchetta Mattei

Il luogo dove il Conte Mattei dedicò quasi tutta la vita allo studio di una scienza medica empirica, denominata Elettromeopatia.

Del Sarto

Mario Del Sarto, il poeta del marmo

Il suo atelier a cielo aperto, dove le statue spuntano dalla montagna, si trova sulla strada che da Carrara conduce a Colonnata.

Mutonia

Mutonia

Mutoid Waste Company, collettivo di artisti nato a Londra che dagli anni ’90 si è insediato nei pressi del fiume Marecchia, a Santarcangelo di Romagna.

Giardino della Galassia

Il giardino della galassia

Umberto “Renato” Bonini dopo un esaurimento nervoso e il ricovero in un reparto psichiatrico si è dedicato alla costruzione di un proprio universo.